Se mi avete seguita sui miei canali social, avrete sicuramente notato che qualche settimana fa ho avuto la possibilità di trascorrere una piacevolissima mattinata insieme a un allegro gruppo di 30 influencer alla Scuola di Cucina de La Cucina Italiana. L’occasione ci è stata regalata da Grohe per farci scoprire più da vicino il suo innovativo sistema di filtrazione domestico che permette di erogare dallo stesso rubinetto acqua corrente miscelata e acqua fresca filtrata naturale, leggermente frizzante o frizzante, Grohe Blue Home!

L’evento a cui ho partecipato non è stato un semplice e divertentisimo ritrovo tra blogger, ma un’occasione per prendere coscienza di come semplici gesti quotidiani possano metterci più in sintonia con l’ambiente e, diciamocelo pure, di semplificarci la vita, migliorandola tantissimo!

 

grohe blue home sostenibilità

Già, perché prediligere Grohe Blue Home significa innanzitutto fare una scelta eco-friendly. Con Grohe Blue Home, infatti, si potrà finalmente dire addio a tutte quelle problematiche legate alle bottiglie d’acqua come la loro produzione (super inquinante), il loro (pesantissimo) trasporto, il loro (eccessivo) ingombro e il loro (difficile) smaltimento, minimizzando così l’impatto ambientale e riducendo del 70% le emissioni di CO2.

grohe blue home

In più, è stato dimostrato che “chi può accedere direttamente all’acqua dal miscelatore di casa propria, arrivi a bere fino al 35% in più rispetto a chi utilizza l’acqua in bottiglia”. Il che, secondo me, è solo un bene perché (troppo) spesso per pigrizia ci dimentichiamo di quanto sia importante idratare il nostro organismo.

 

grohe blue home

E poi, utilizzare una buona e sana acqua filtrata anche in cucina ha tantissimi vantaggi, lo sapevate? Sì, perché usare un’acqua priva di calcare, metalli pesanti e altri elementi chimici come il cloro, oltre a prolungare la vita dei nostri piccoli elettrodomestici (es. bollitori e macchine del caffè), renderà ancora più gustosi i nostri piatti e le nostre bevande. Io l’ho imparato dagli chef de la Scuola di Cucina de La Cucina Italiana, che con molta pazienza ci hanno spiegato e insegnato a utilizzare al meglio le varie tipologie di acqua in cucina.

L’acqua naturale, per esempio, è ideale per preparare gli infusi a caldo e a freddo e per cucinare gli alimenti che la assorbono come la pasta e i legumi. Inoltre, permette di preparare minestroni e creme di verdure dai sapori più equilibrati e delicati

L’acqua leggermente frizzante, invece, è più indicata per inumidire la carta da cucina con la quale conservare frutta e verdura già mondate e tagliate, i profumi e gli aromi nel frigorifero. Ma è anche l’ideale per impastare la pasta bianca (acqua+farina), perché rallenta l’ossidazione della pasta mantenendola più chiara.

Mentre, l’acqua frizzante è l’ideale per preparare fritture e tempure croccanti con il minimo sforzo e per sbianchire le verdure. Raffreddare le verdure sbollentate in acqua frizzate ghiacciata, infatti, aiuta a conservare il loro colore vivace.

grohe blue home

Insomma, di motivi per scegliere Grohe Blue Home ce ne sono davvero tanti. Se, però, vi serve una spinta in più per convincervi, vi dico solo che è di facilissima installazione e che grazie al suo design ricercato e compatto starà bene in qualsiasi tipo di cucina! E fidatevi, una volta assaporata la sua comodità non tornerete più indietro. Perché Grohe Blue Home ti semplifica la vita dandogli ancora più gusto!

#adv

Salva

Salva

Salva

Salva