Se vi state chiedendo se sia davvero utile avere a casa una macchina per il sottovuoto, la risposta che dovreste darvi è una soltanto: “Certo che sì!”

Avere uno strumento simile a portata di mano, di frigorifero e di credenza, risolverà molteplici problemi legati alla conservazione degli alimenti e farà in modo che i vostri cibi possano donarvi per più giorni il piacere della loro fragranza senza che il tempo alteri minimamente proprietà organolettiche, consistenze e aspetto.

Dico questo perché da quando nella mia cucina staziona scintillante la sigillatrice sottovuoto FoodSaver, in famiglia sono cambiate alcune fondamentali abitudini. Gli sprechi sono pressoché azzerati, la freschezza dei cibi rimane intatta fino a cinque volte più a lungo e, finalmente, ho la possibilità di organizzare al meglio il mio tempo e le mie energie, che come per tutti è sempre poco e da suddividere tra lavoro, casa e affetti.

conservazione-sottovuoto_vantaggi

È vero che amo fare shopping e avere la dispensa sempre piena d’ingredienti nuovi. Eh sì, è anche vero che nel mio lavoro da food blogger il confine tra dovere e piacere è molto sottile. Però, poter fare un’unica grande spesa alla settimana senza dover subire le interminabili code al supermercato, credetemi, per me significa davvero risparmiare tanto tempo prezioso!

Vuol dire che andando per fiere (il mio sport autunnale preferito), come quella del porro di Cervere (famoso per il suo gusto dolce e delicato) che si sta svolgendo in questi giorni, potrò comprare non uno ma più mazzi di porri e conservarli tranquillamente nel frigorifero fino a 7-14 giorni, oppure nel congelatore per mesi senza rischiare le fastidiose bruciature da freddo. In totale assenza d’aria, infatti, il naturale processo di ossidazione degli alimenti non avrà modo di iniziare e progredire e i batteri aerobici, causa del deterioramento dei cibi, non avranno modo né di proliferare né, di conseguenza, di agire sugli alimenti. Oltre al fenomeno del freezer burn, quindi, potrò evitare anche la formazione dei cattivi odori, che vi assicuro non è poco. In dispensa, poi, mettendo sottovuoto pasta, legumi e spezie avrò la possibilità di guadagnare parecchio spazio in più.

foodsaver_sigillatrice_sottovuoto_750-5324

Con il sottovuoto, si può veramente conservare ogni tipo di genere alimentare (carne, pesce, verdura, frutta fresca e secca, formaggi, salumi in grandi pezzi o già affettati, cibi cotti e crudi, creme dolci o salate, sughi, vino, olio, centrifugati, spremute e chi più ne ha più ne metta), perché con questa strategia i sapori, i profumi e i colori degli alimenti rimarranno inalterati e la qualità dei cibi sarà sicura e protetta.

La sigillatrice sottovuoto, inoltre, si utilizza nella maniera più semplice che possiate immaginare, specialmente il modello FFS005X di FoodSaver che ho a casa. È sufficiente mettere i cibi nell’apposito sacchetto, posizionare quest’ultimo all’interno della macchina, chiudere il coperchio e premere un unico tasto per dare il via alla magia del sottovuoto.

Il pannello su cui compaiono i comandi è estremamente intuitivo, soft touch e ci sono ben tre diversi livelli di aspirazione che vi aiuteranno a sfruttare al meglio le capacità della macchina a seconda delle dimensioni dei sacchetti o dei barattoli e del tipo di alimento.
Nel caso di cibi molto friabili, per esempio, potete usare la funzione Vac Pulse per esercitare un’aspirazione dell’aria a impulsi, in modo da non intervenire con eccessiva forza sulla loro delicatezza .
Per prolungare la vita del vino o preservare la fragranza e il profumo dell’olio d’oliva, invece, potete utilizzare i tappi per bottiglie della gamma FoodSaver. Mentre, se amate le marinature e non avete abbastanza tempo, potrete avvalervi del marinatore rapido. Grazie al potere del sottovuoto, in pochi minuti i vostri cibi assorbiranno la marinata in profondità.

foodsaver_macchia_sottovuoto-750-5327

Ma i vantaggi di avere in casa una macchina per il sottovuoto, non finiscono qui.
Tutti i modelli FoodSaver  sfoggiano un design contemporaneo impeccabile. Sono pratici, leggeri e compatti, pensati per ottimizzare gli spazi a disposizione e per poter essere lasciati anche in bella vista. Infatti, dopo l’uso, si possono tranquillamente posizionare in verticale.

Io, ormai, non posso più farne a meno e vi consiglio di prenderne uno al più presto. Vedrete che dopo l’avvento di FoodSaver nelle vostre case cambieranno molte cose, specialmente il vostro modo di vivere la cucina.

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva